Speciale San Valentino "Dove scappi?" Desy Icardi

Salve Scribacchini, oggi è San Valentino e che libro posso suggerirvi se non un romanzo eroticomico?
Sì, avete letto bene, eroticomico, sto parlando di “Dove scappi?” di Desy Icardi, che avevamo già conosciuto su queste pagine grazie al suo precedente romanzo “Tacchi e taccheggi”.

Dove scappi?
Desy Icardi
Golem Edizioni
232 pag. 16 euro

TRAMA

Vincoli di seta e di corda, legami d'affetto, labirinti impiegatizi e grovigli del cuore: quanti nodi incontriamo lungo la strada, e quanti ne stringiamo senza accorgercene, ingarbugliando l'ordito ancora di più? Questo romanzo ne contiene cinquanta (altro che sfumature!). Cinquanta nodi-capitoli che avviluppano la protagonista in situazioni grottesche ed eroticomiche: dal rapporto con il migliore amico, innamorato di una web mistress dedita al bondage, ma ben poco ferrato in materia, alla voglia di gettarsi a capofitto in un nuovo progetto lavorativo, salvo poi ritrovarsi in una landa sperduta, in compagnia di una merciaia alquanto refrattaria al registratore di cassa. Aggiungete un uomo perfetto (?), un team di manager bizzarri, villaggi virtuali, sorrisi inaspettati che scombinano numeri, piani, certezze e priorità ... e l'intreccio è fatto. Armatevi di pettine e lasciatevi incatenare dalle vicende di una generazione ironica e irresistibile di "ragazzi vintage", sempre alla ricerca del bandolo della matassa.

RECENSIONE



Immaginate una coppia di amici, un uomo e una donna,“ragazzi vintage, quelli nati alla fine degli anni ’70, quelli dei contratti co co co e co co pro, quelli che vivono esattamente come dieci anni addietro, quelli che anziché farsi una famiglia si sono fatti un account facebook” che si ritrovano come sempre nel loro locale preferito, il torinese (perché questo romanzo è ambientato a Torino) Km5 per parlare delle loro rispettive vite, quando, anche questa volta come sempre, Ale annuncia di essersi innamorato.
Nulla di strano se non fosse che l’oggetto del suo amore è Catena, amante del bondage conosciuta sul social network immaginario GlobalVill@ge, studentessa torinese in erasmus in Spagna.
Peccato che Ale non sia proprio un amante del bondage “«Ale, a te piace vero? La storia delle corde, dei lacci e tutto il resto, intendo». Ale mi fissa con la lacrima ancora in bilico. «A me piace lei» […] «Il fatto è che per conquistarla le ho detto di essere anch’io un cultore del bondage e invece…» «E invece hai imparato a legarti le scarpe a quindici anni»”.
Quale soluzione dunque? Iscrivere la sua migliore amica con lo pseudonimo di Pin Up Inside su 
GlobalVill@ge per farle conoscere Catena.
E per la nostra protagonista l’iscrizione a questo social network in qualche modo le cambierà la vita, perché le permetterà di conoscere virtualmente Elfo Web che per una coincidenza incontrerà sul luogo di lavoro: Samuele detto Sami.
E nonostante l’enorme differenza d’età Sami non le è per nulla indifferente, anzi.
Ma la vita amorosa della nostra protagonista non si ferma qui, perché durante una trasferta di lavoro conosce Guido “una sorta di divinità pagana”.
E per lui decide di tentare di risollevare le sorti di un negozio di abbigliamento per tagli forti della Signora Olga, la zia di Guido.
La nostra Pin Up Inside porta avanti contemporaneamente le due storie ma, alla fine, chi sceglierà?
Non vi resta che leggere questi 50 nodi, o meglio 50 capitoletti.
Un romanzo che riesce a fondere sapientemente il genere erotico con quello comico, di cui Desy è ormai un’esperta.
Un romanzo degli equivoci con una trama bene tessuta, che si dipana con un buon ritmo, leggero ma al tempo stesso intrigante, si legge in una giornata, e fidatevi… non riuscirete a distaccarvi fino alla fine, che non è per niente scontata ma anzi, cinica (se l’autrice mi permette questo termine) al punto giusto, altro che “Cinquanta sfumature di…”.

Un romanzo da leggere e regalare. Non ve ne pentirete!