I migliori e peggiori libri del 2015

Cari Scribacchini, manca ormai pochissimo all'anno nuovo, è dunque tempo di bilanci... libreschi!
Purtroppo non sono una persona metodica, non segno le mie letture quindi non saprei dire quanti libri ho letto quest'anno, tanti direi, e per fortuna!
Ecco un mio bilancio dei migliori e peggiori:

Il libro più bello

Amabili Resti - Alice Sebold

Amabili resti
Alice Sebold
Edizioni e/o
416 pag. 18 euro
TRAMA
Susie, quattordicenne, è stata assassinata da un serial killer che abita a due passi da casa. È stata adescata, stuprata, fatta a pezzi e nascosta in cantina. Il racconto è affidato alla voce della stessa Susie, che dopo la morte narrra la vicenda con lo spirito allegro e senza compromessi dell'adolescenza.

COMMENTO
Qui trovate la mia recensione Cosa aggiungere? Un libro toccante, che riesce a raccontare l'orrore di un rapimento e uno stupro con "leggerezza",è un pugno nello stomaco del lettore ma lo fa con estrema grazia, sapere scrivere così!

Il libro più brutto

Difficile scegliere, ma c'è senza dubbio un vincitore, anzi una vincitrice, tutta italiana, sto parlando di:

La casa dei sogni - Marzia Bisognin


La casa dei sogni
Marzia Bisognin
Newton Compton
217 pag. 9,90 euro


TRAMA
Ametista si ritrova davanti a una bellissima casa stile neoclassico senza riuscire a ricordarsi come è arrivata fin lì e perché non le sembra di esserci mai stata. Quel luogo esercita un’attrazione magnetica su di lei, è la casa in cui avrebbe sempre voluto abitare, elegante, maestosa e circondata da giardini perfetti. Non sa cosa fare, non riesce a suonare il campanello né si decide ad andarsene, ma improvvisamente dalla porta appare una coppia di anziani che la invita a entrare. Inizia così il viaggio della protagonista nella casa del mistero, un luogo abitato da terrificanti e incredibili presenze, una discesa orrorifica verso le profondità della coscienza che potrà conoscere l’epilogo solo quando la scoperta più agghiacciante diventerà una realtà da cui è impossibile sottrarsi.


COMMENTO
Pubblicizzato come il libro della Youtuber italiana più famosa al mondo.
Non ho la più pallida idea di chi lei sia, ma è anche vero che non seguo You Tube, posso però dire con certezza che è meglio se continua a fare quello che fa (?) e lascia perdere la scrittura.
Un libro in cui non succede niente e che già a pagina 2 (sic) si capisce essere un tentativo maldestro di emulare "The others". Ovviamente non ci riesce. Non si salva nemmeno in corner. Bocciato sotto tutti gli aspetti.

Un libro che mi ha piacevolmente stupita

La verità di Amelia - Kimberly McCreight 

La verità di Amelia
Kimberly McCreight
Nord
398 pag. 16,40

TRAMA
"Non è da lei". Mentre si fa largo tra i passanti, Kate Baron ripensa incredula alla telefonata che l'ha costretta a lasciare una riunione decisiva per la sua carriera: dopo essere stata scoperta a copiare, sua figlia Amelia è stata sospesa con effetto immediato dal preside della Grace Hall, uno degli istituti privati più esclusivi di New York. "Non è da lei", continua a ripetersi Kate, finché non si trova davanti a una scena sconvolgente. L'ingresso della scuola è bloccato da un cordone di agenti di polizia, vigili del fuoco e paramedici. E la causa è proprio sua figlia. Per la vergogna, Amelia si è suicidata, lanciandosi dal tetto dell'edificio. Col suo mondo ormai in pezzi, Kate si chiude in un bozzolo di dolore e sensi di colpa, ma alcuni giorni dopo la tragedia riceve un inquietante SMS anonimo: "Amelia non si è buttata" Cosa significa? Possibile che la verità sia diversa da quella sostenuta dalle autorità scolastiche? Possibile che ci sia un'altra verità? Kate deve saperlo. Deve raccogliere le forze e scandagliare la vita della figlia, una vita segnata da ombre e segreti di cui lei neppure sospettava l'esistenza. E, a poco a poco, una domanda inizia a tormentarla. Chi era veramente Amelia? Solo trovando la risposta, Kate potrà rendere giustizia alla figlia. Solo così porterà alla luce la verità di Amelia.

COMMENTO
La trama mi ha subito attratta e anche se all'inizio fatica un po' a decollare dopo parte alla grande, soprattutto nel finale che inevitabilmente lascia tante domande e poche certezze. Tanti cliché ma merita la lettura. Consigliato.

Un classico che mi ha delusa

Anna Karenina - Lev Tolstoj

Anna Karenina
Lev Tolstoj
Mondadori
888 pag, 12,50
TRAMA
Centro della vicenda è la tragica passione di Anna, sposata senza amore a un alto funzionario, per il brillante ma superficiale Vronskij. Parallelo a questo amore infelice è quello felice di Kitty per Levin, un personaggio scontroso e tormentato al quale Tolstoj ha fornito i propri tratti.

COMMENTO
Ho odiato tutti i personaggi di questo libro ma il personaggio che proprio non ho sopportato  è quello di Anna, ho tirato un sospiro di sollievo quando è morta. Bocciato completamente

Un classico che mi ha colpita

Lolita - Vladimir Nabokov

Lolita
Nabokov
Adelphi
395 pag. 11 euro

TRAMA
Il professore Humbert Humbert, voce narrante del racconto, annoiato insegnante quarantenne di letteratura francese, dopo un matrimonio fallito e dopo essersi ripreso da un esaurimento nervoso, si trasferisce nella piccola città di Ramsdale in New England per poter così dedicarsi interamente alla scrittura. Affitta una stanza nella casa di Charlotte Haze, una vedova, ed ecco che qui - circostanza fortuita e del tutto inaspettata - fa la conoscenza di Dolores (chiamata anche Lo, Lola o Dolly), la figlia dodicenne della padrona: ribelle e maliziosamente spregiudicata com'è, gli richiama subito alla mente Annabelle, il suo primo amore da tredicenne.

COMMENTO
In realtà non l'ho letto quest'anno ma parecchi anni fa, quest'estate l'ho riletto e mi ha fortemente colpita, rimango sempre un po' sconcertata da come Nabokov descriva così bene le pulsioni malate del protagonista senza scadere però mai in scene scabrose, suggerendo solo quello che accade. Il protagonista, secondo me, é un uomo vile, che non avrebbe mai avuto il coraggio di fare tutto quello che fa se non fosse per tutta una serie di circostanze fortuite.

Un libro bello

L'amore bugiardo - Gillian Flynn

L'amore bugiardo
Gillian Flynn
Rizzoli
462 pag. 19 euro

TRAMA
Amy e Nick si incontrano a una festa in una gelida sera ,dl gennaio. È subito amore. Lui la conquista con il sorriso sornione e l'accento ondulato del Missouri. Lei è la ragazza perfetta, bella e spigliata. Sono felici, pieni di futuro. Qualche anno dopo però tutto è cambiato. Da Brooklyn a North Carthage, Missouri. Da giovani in carriera a coppia alla deriva. Amy e Nick hanno perso il lavoro e sono costretti a reinventarsi: lui proprietario di un bar accanto alla sorella Margo, lei casalinga in una città di provincia. Fino a che, la mattina del loro quinto anniversario, Amy scompare. È in quel momento, con le tracce di sangue e i segni di colluttazione a sfregiare la simmetria del salotto, che la vera storia del matrimonio di Amy e Nick ha inizio. Che fine ha fatto Amy? Quale segreto nasconde il diario che teneva con cura? Chi è davvero Nick Dunne? Un marito devoto schiacciato dall'angoscia, o un cinico mentitore e violento, forse addirittura un assassino? Raccontato dalle voci alternate di Nick e Amy, "L'amore bugiardo" è una vertiginosa incursione nel lato oscuro del matrimonio. Un romanzo, costruito su rovesciamenti e colpi di scena, che vi costringerà a domandarvi se conoscete davvero la persona che vi dorme accanto.

COMMENTO
La prima parte sembra lenta e artificiosa ma c'è un perché, dalla seconda parte ingrana alla grande, finale che mi ha soddisfatta, ho anche visto il film (grazie Luca!) bello pure questo ma il libro lo batte. Consigliatissimo!

Un libro brutto

Una famiglia quasi perfetta - Jane Shemilt

Una famiglia quasi perfetta
Jane Shemilt
Newton Compton
330 pag. 9,90

TRAMA
Jenny è un medico, sposata con un famoso neurochirurgo e madre di tre adolescenti. Ma quando la figlia quindicenne, Naomi, non fa ritorno a casa dopo scuola, la vita perfetta che Jenny credeva di essersi costruita va in pezzi. Le autorità lanciano l'allarme e parte una campagna nazionale per cercare la ragazza, ma senza successo: Naomi è scomparsa nel nulla e la famiglia è distrutta. I mesi passano e le ipotesi peggiori, rapimento, omicidio, diventano sempre più plausibili, ma in mancanza di indizi significativi l'attenzione sul caso si affievolisce. Jenny però non si arrende. A un anno dalla sparizione della figlia, sta ancora cercando la verità, anche se ogni rivelazione, ogni tassello sembra allontanarla dalle certezze che aveva. Presto capisce che le persone di cui si fidava nascondono terribili segreti, Naomi per prima. Seguendo le flebili tracce che la ragazza ha lasciato dietro di sé, Jenny si accorgerà che sua figlia è molto diversa dalla ragazza che pensava di aver cresciuto...

COMMENTO
Il sottotitolo è "Un grande thriller" dissento totalmente.
L'avrei volentieri eletto come peggior libro letto ma la YouTuber ha vinto, seppur di poco.
Un libro che prometteva bene rovinato completamente dalla piega che l'autrice ha voluto dare alla storia. Finale assolutamente incredibile e privo di senso.

Il libro che volevo leggere da tanto tempo

The help - Kathryn Stockett

The help
Kathryn Stockett
Mondadori
524 pag. 18 euro

TRAMA
È l'estate del 1962 quando Eugenia "Skeeter" Phelan torna a vivere in famiglia a Jackson, in Mississippi, dopo aver frequentato l'università lontano da casa. Skeeter è molto diversa dalle sue amiche di un tempo, già sposate e perfettamente inserite in un modello di vita borghese, e sogna in segreto di diventare scrittrice. Aibileen è una domestica di colore. Saggia e materna, ha allevato amorevolmente uno dopo l'altro diciassette bambini bianchi, facendo le veci delle loro madri spesso assenti. Ma il destino è stato crudele con lei, portandole via il suo unico figlio. Minny è la sua migliore amica. Bassa, grassa, con un marito violento e una piccola tribù di figli, è con ogni probabilità la donna più sfacciata e insolente di tutto il Mississippi. Cuoca straordinaria, non sa però tenere a freno la lingua e viene licenziata di continuo. Sono gli anni in cui Bob Dylan inizia a testimoniare con le sue canzoni la protesta nascente, e il colore della pelle è ancora un ostacolo insormontabile. Nonostante ciò, Skeeter, Aibileen e Minny si ritrovano a lavorare segretamente a un progetto comune che le esporrà a gravi rischi. Il profondo Sud degli Stati Uniti fa da cornice a questa opera prima che ruota intorno ai sentimenti, all'amicizia e alla forza che può scaturire dal sostegno reciproco. Kathryn Stockett racconta personaggi a tutto tondo che fanno ridere, pensare e commuovere con la loro intelligenza, il loro coraggio e la loro capacità di uscire dagli schemi alla ricerca di un mondo migliore.

COMMENTO
Ho aspettato tre anni prima di leggerlo ma ne è valsa senza dubbio la pena. 
È un libro che va letto, bello, profondo, fa riflettere, visto anche il film, carino ma non a livello del libro.

Il più bel saggio

Tenebroso Natale. Il lato oscuro della Grande Festa - Eraldo Baldini, Giuseppe Bellosi

Tenebroso Natale. Il lato oscuro della Grande Festa
Baldini, Bellosi,
Tascabili Laterza
10 euro


TRAMA
Cristiano e pagano, moderno e antico, culto dei morti e rituali di purificazione, scongiuri e divinazioni: questo nasconde, nell'epoca dei computer e dei viaggi spaziali, il nostro modo di vivere il Natale, il Capodanno e l'Epifania. È la notte a cavallo fra il 24 e il 25 dicembre. Comincia il solstizio d'inverno, i giorni cessano di accorciarsi e il tempo della luce si allunga. Da molti secoli, prima che la Chiesa ne faccia la sua ricorrenza più importante, quella notte è insieme di festa e di sortilegio, di mistero e di timore. È ancora così: in tutte le regioni d'Italia, le tradizioni relative ai giorni che vanno dal 24 dicembre al 6 gennaio portano con sé i segni di un'arcaica complessità che non sempre combaciano con l'immagine di allegria e di dolcezza alla quale siamo abituati. Nella cultura tradizionale quelle ore sono considerate piene di presenze inquietanti e pericolose, di streghe e di spiriti. La stessa Befana e coloro che questuano in suo nome altri non sono che defunti circolanti nella dimensione terrena. Bisogna saperli accogliere, saperci convivere. Con una vastissima raccolta delle tradizioni e delle superstizioni sparse sul territorio italiano, alla scoperta di materiali sorprendenti e spesso dimenticati, Eraldo Baldini e Giuseppe Bellosi svelano il fascino ambiguo e i tanti significati di quei giorni magici.

COMMENTO
Eraldo Baldini e Giuseppe Bellosi sono una garanzia. Saggio imperdibile. Qui trovate l'intervista a Eraldo Baldini.

Il libro rivelazione del mio 2015

La strega e il panpepato. La vera storia di Hansel e Gretel - Hans Traxler

La strega e il panpepato
Emme Edizioni
COMMENTO
Libro praticamente introvabile, l'ho scoperto nel settore Psicologia e Didattica del Laboratorio di lettura in cui ho fatto il tirocinio.
E se la strega della fiaba di Hansel e Gretel non fosse in realtà una strega ma una bella donna uccisa dai due fratelli per mettere le mani sulle ricette dei suoi dolci? E se i fratelli Grimm avessero manipolato la storia?
Sembra un saggio in realtà è una grande burla. Fenomenale. 
Qui un articolo interessante del Cicap.

0 commenti:

Posta un commento

Verranno pubblicati solo i commenti firmati. I commenti anonimi verranno cestinati. Grazie per la collaborazione.