"Ci vediamo su FB" Lavinia Brilli

Salve Scribacchini, come ben sapete ho una predilezione per i romanzi chick lit è quindi con gioia che ho accettato di recensire "Ci vediamo su FB" della scrittrice Lavinia Brilli, anche perché, come avrete intuito dal titolo, il suo romanzo è ambientato su Facebook, proprio come il mio "Amori & Pasticci su Facebook" ma andiamo alla recensione...

Ci vediamo su Fb
Lavinia Brilli
162 pag. 0,99 euro.
TRAMA:

Lisa ha superato da un po’ i quaranta e si sente in piena mezza età. Tra supermercato e parrocchia, tra un marito misantropo e un lavoro deprimente, la sua vita è spumeggiante come una coca sgasata. Eppure guardandosi intorno vede gli altri quarantenni in pieno fervore, a caccia di divertimento come adolescenti in ritardo di qualche decennio.
Mentre lei occupa il suo tempo preparando la merenda agli amici dei figli, le sue uniche due amiche passano da un pub a una discoteca, pubblicando immancabilmente i selfie su Facebook per dimostrare ad amici e conoscenti quanto si divertano. E Lisa è proprio tra quelli che si collegano a Facebook per guardare la vita degli altri dal buco della serratura, senza mai pubblicare niente (chi vorrebbe guardare le foto di una consulta scolastica o di una serata davanti alla tv?)
L’annuncio della visita di sua cugina Diana, regina delle serate milanesi e desiderosa di conoscere la vita notturna della provincia, getta Lisa nella disperazione e la costringe a cercare un modo per allargare il suo giro di amicizie.
Dopo aver tentato di tutto, Lisa ha un’illuminazione e architetta un piano per rendere la sua vita più interessante proprio con l’aiuto di Facebook, ma imbranata com'è le sarà difficile evitare figuracce e camminare in equilibrio sul filo delle bugie.
E adesso anche il rischio di perdere il marito è dietro l’angolo…



RECENSIONE:

"Diana, mia cugina Diana che vedo solo una volta l’anno quando vado a Milano a fare spese, tornando regolarmente a mani vuote perché i negozi dove mi porta mi mettono in soggezione, vuole venire a divertirsi qui dove il massimo della vita è la spesa fai-da-te al supermercato, con tanto di lettore ottico e brivido di suspense per il controllo a campione. Forse ho un po’ calcato la mano nelle mie ultime e-mail. Devo aver accennato a qualche festa o gita o cena, tanto per non sfigurare con lei che racconta di essere sempre in giro con gente che finisce su Diva e Donna tutte le settimane.
Ma adesso come me la cavo?

L'arrivo della cugina Diana mette in crisi Lisa, come non sfigurare davanti alla parente abituata a feste e bagordi? Potrebbe sempre crearsi una vita sociale in tre mesi ma è veramente possibile? Con Facebook certamente sì.
Peccato che il profilo Facebook di Lisa sia pieno solo di frasi insulse sulla vita e foto di gatti, chi la vorrebbe mai come amica virtuale?
Ecco quindi che le viene un'idea geniale: Dovrei farmi un po' di pubblicità, devo far vedere che sono piena di amici e che mi diverto! E allora sì che tutti vorranno uscire con me [...] sì lo so, non ho feste a tema da fotografare né amici da taggare, ma gli amici si possono sempre inventare! Potrei creare un gruppo di amici su Facebook, e farmi un sacco di pubblicità! Chi lo scoprirebbe? Potrei inventare di tutto".
Dà così il via alla sua idea, crea una serie di profili su Facebook di amici immaginari e diffonde immagini di feste pazzesche trovate in rete e, incredibile a dirsi, la sua idea funziona!
Inizia anche lei a essere invitata alle feste, ma saranno davvero così divertenti come sembrano?
Lavinia Brilli è riuscita a dar vita ad una storia fresca e spumeggiante che tratta una tematica assolutamente attuale, lo stile è scorrevole, tanto che il libro si legge piacevolmente in un paio di ore.  
Il finale fa sorridere e riflettere su quali siano le cose importanti della vita.
Con questo romanzo l'autrice dimostra, a chi ancora lo ignora, che anche con una storia leggera si può trasmettere un messaggio importante.
Uniche pecche sono la presenza di alcuni refusi e la È con apostrofo anziché con l'accento, nonostante questo però i miei complimenti vanno all'autrice per questa storia semplice eppure efficace, sicuramente consigliata.

0 commenti:

Posta un commento

Verranno pubblicati solo i commenti firmati. I commenti anonimi verranno cestinati. Grazie per la collaborazione.