Annarita Pizzo “Enelsin Artigton e la Petra Regia”

Salve Scribacchini, pronti ad immergervi in un mondo fantasy? Con me oggi c'è la Annarita Pizzo con il suo "Enelsin Artigton e la Petra Regia".

                                                                      


Ciao Annarita, parlaci un po' di te e del tuo rapporto con i libri...



Buongiorno a te, Valentina, e grazie per la tua ospitalità. Amo i libri sin dal piccola e questa passione mi è stata tramandata dalla mia famiglia, soprattutto da mia zia che, ad ogni festa, me ne regalava uno, invitandomi a scoprire un mondo nuovo. Ancora oggi conservo le collane per bambini che ho ricevuto in dono e, ogni volta che le guardo, ricordo i sentimenti di stupore e meraviglia che accompagnavano la lettura di quelle pagine oggi ingiallite…

Il tuo primo libro è “Enelsin Artigton e la Petra Regia” di che cosa tratta?

Enelsin Arigton e la Petra Regia
Albatros
308 pag. 19,50 euro


Di un romanzo fantasy in stile "potteriano" che racconta la saga della famiglia Artigton da secoli custode della Petra Regia, fonte di ogni magia e da sempre garante di giustizia e di buon governo, fino a quando la crudeltà e l'avidità di Enelsin non lo spingeranno ad una lotta feroce con il fratello Adrian per il possesso di una parte del cristallo, spezzatosi durante la cerimonia che avrebbe dovuto consacrarlo nuovo Custode al posto del padre Sidonio. Dopo una serie di avvenimenti rocamboleschi, tra cui mutamenti lunari, la scoperta di una pergamena e la comparsa di un prescelto, l'avventura si risolverà con la vittoria dei buoni, che hanno sì, vinta una battaglia; ma non la guerra...

Come mai hai deciso di cimentarti con un romanzo fantasy?
Perché la fantasia è sempre stato un elemento costante e fondamentale del mio carattere sino da bambina. Immaginare mondi fantastici, volare al di là dei confini quotidiani, mi ha sempre reso felice e divertito, perciò non ho fatto altro che dare voce a ciò che mi viene più naturale…

Com'è nata l'idea per questo romanzo?

Un giorno di Novembre ho deciso di buttar giù la bozza di questa storia che avevo già chiara in mente con i personaggi ben delineati. Dato che sono piuttosto timida, ho sempre avuto timore di esprimermi, però, in quel momento, ho deciso che qualcosa doveva cambiare così ho aperto il computer, lasciata libera la fantasia e ho iniziato a divertirmi…


Qual è il personaggio a cui ti sei più affezionata scrivendo?

Sicuramente Petra Regia, la Lumerpa, uccello magico dalla potente Magia e amica di Adrian Artigton, il Custode. Questo perché rappresenta il vero sostegno e sentiero per i buoni inoltre ha la particolarità di riflettere la luce del sole così che, quando si libra nel cielo, non lascia ombra sul terreno ed altre capacità che lascio a voi il piacere di scoprire…

Questa storia avrà un seguito o nasce come volume autoconclusivo?

Questa storia ha una conclusione lasciando aperto uno spiraglio dal quale prenderà vita il secondo volume..

Secondo te qual è la difficoltà più grande quando si scrive un fantasy?

Penso l’essere accurati nella descrizione dei personaggi e del mondo a cui si vuole dare vita perché, anche se fantastico, deve, comunque, essere credibile e coinvolgere il lettore senza annoiarlo.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Beh, ho scritto il secondo volume che spero venga pubblicato e ho iniziato il terzo perché sono così appassionata a questa saga che non posso proprio farne a meno. Poi sono proprio curiosa di vedere cosa succederà…

0 commenti:

Posta un commento

Verranno pubblicati solo i commenti firmati. I commenti anonimi verranno cestinati. Grazie per la collaborazione.