Rossana Lozzio

Salve Scribacchini, oggi vi presento la scrittrice Rossana Lozzio e le sue opere...


Ciao Rossana, vuoi parlarci di come è nata la tua passione per la scrittura?

Ciao e grazie per l'ospitalità!
La passione per la scrittura è nata con me. Credo si tratti di dna, in quanto mio padre ha scritto per quasi tutta la sua vita, era giornalista pubblicista e scriveva anche testi di canzoni! Gli sono molto grata per questa preziosa eredità... scrivere, per me, è vita.


Hai all'attivo diversi romanzi, senti che il tuo percorso come scrittrice dal 2005, anno della prima pubblicazione, ad oggi si è evoluto? In che modo?

Probabilmente, sarebbe più giusto lo dicesse chi mi legge ma credo di sì, come dovrebbe essere naturale. Si evolve nella vita, crescendo e così, esercitando questo splendido "mestiere" di scrittore, matura anche il modo in cui lo fai... si cambia e perciò, cambia anche ciò che crei e il modo in cui lo condividi.



Ti va di parlarci della tua ultima pubblicazione?


Una favola per Asia
Edizioni Miele
164 pag. 12,50 euro


"Una favola per Asia" è stata una piacevole sorpresa... mi spiego. Era uno dei romanzi scritti molti anni fa e racchiusi nel classico cassetto. L'anno scorso lessi per caso di un concorso indetto da Edizioni Miele che aveva un nome che mi piacque subito "Da donna a donna" e il tema mi riportò alla mente, altrettanto in fretta, quella storia tenera e un tantino drammatica, che avevo partorito molto tempo prima. Così, la rispolverai e decisi di partecipare al concorso e nel luglio 2012 ricevetti la bella notizia di essermi classificata prima!
Ed eccoci qui, nel gennaio appena trascorso, con il libro fra le mani. Sono legatissima a questa storia, la cui protagonista è una bambina di nome Asia che cresce in una situazione un pò particolare ma che non sembra avere alcuna difficoltà a vivere serenamente. E' orfana di madre e suo padre Stefano se ne prende cura insieme alla giovane sorella, la zia della bambina, Raffaella. La piccola è stata cresciuta con le fiabe dello scrittore Luca Antonioni che, finalmente, può andare ad incontrare di persona e chiede alla zia di accompagnarla... da quel momento, si sviluppa una storia che vi invito, con il cuore, a leggere.
La copertina del romanzo è stata creata per me da un carissimo amico, Maurizio Parietti che ha fotografato la mia nipotina nell'anima (figlia della mia migliore amica, Marilù), la splendida Camilla... la quale non ha avuto alcuna difficoltà a posare per lui sul finire dell'estate scorsa, in un parco di Milano, facendoci trascorrere un'oretta di puro divertimento.
Ringrazio tutti loro, Barbara Miele che ha creduto in me e nella mia storia e gli amici che si sono prestati a "costruire" una copertina che considero davvero speciale!



La tua opera precedente invece è “Un pubblico di stelle... sorride” pubblicato lo scorso novembre con Runa Editrice...


Un pubblico di stelle... sorride
Runa editrice
230 pag. 14 euro

Si tratta di un romanzo che racconta di due coppie, una delle quali omosessuale e che ci induce ad interrogarci su quanto l'amore possa durare per sempre... un romanzo che amo molto.



Come è nata questa storia?
Come tutte quelle che scrivo... per caso. Un giorno, mentre stavo lavorando, ho ripensato ad un vecchio amore... un ragazzo più giovane di me di qualche anno e da quello ho preso spunto per la storia di Laura e di Simone, che a parte questo, sono completamente immaginati e vivranno una storia molto diversa dalla nostra.


Ti riconosci in Laura, la protagonista?

Abbastanza, per quello che ho appena raccontato ma non totalmente.

Nel maggio del 2011 invece hai pubblicato “Una farfalla sul cuore” che ha dato vita ad un esperimento su Facebook ce lo vuoi raccontare?



Una farfalla sul cuore
Il Ciliegio Edizioni
160 pag. 14 euro

Sì, fu un'esperienza interessante ed anche divertente! Coinvolsi un gruppo di amici su Facebook, una cinquantina di persone e proposi loro dei sondaggi, facendo quindi scegliere alla maggioranza varie opzioni relative alla creazione della storia del romanzo. Sono nati così, i nomi e le professioni dei personaggi, i colori della farfalla protagonista, il nome della villa che ospita il protagonista maschile...


Oltre che con la narrativa ti sei cimentata anche nella scrittura a quattro mani della biografia del cantante domese Alberto Fortis, come è nata questa idea?




L'idea mi è venuta poco dopo che iniziai la mia collaborazione con Alberto. Quell'anno avrebbe festeggiato il trentennale della sua carriera ed ero fermamente convinta che avrebbe avuto molto da raccontare circa la sua vita personale e soprattutto professionale. Così, cercai un editore che accettò con entusiasmo e quindi, lo proposi ad Alberto, il quale accettò con altrettanto entusiasmo. Insieme a lui e a Maurizio Parietti, altro suo collaboratore, iniziai l'avventura della creazione di "AL Che fine ha fatto Yude?", autobiografia romanzata edita da Aliberti nel 2009. Un'esperienza laboriosa e affascinante che ricordo con tenerezza.



Quali sono i tuoi progetti futuri?

Come ho detto prima, sto promuovendo due romanzi, inoltre continuo a collaborare con una rivista, "Espressione Libri", per cui mi occupo di un paio di rubriche e gestisco il mio blog (Rossana Lozzio - Scrittrice per passione), il mio sito Roxie's Place e molto altro ancora... a volte, il tempo pare non essere abbastanza!
Vi ringrazio ancora per questa bella intervista e saluto tutti i vostri lettori.
Roxie

0 commenti:

Posta un commento

Verranno pubblicati solo i commenti firmati. I commenti anonimi verranno cestinati. Grazie per la collaborazione.