Deborah Fasola "Ambrosia"

Salve Scribacchini, come nostro ospite abbiamo oggi Deborah Fasola con il suo libro "Ambrosia"


Ambrosia
Edizioni Libro Aperto
235 pag. 14 euro


TRAMA:
«Ma quando non puoi avere ciò che ami, quando non c'è assolutamente nulla che tu possa fare se sai che non potrai mai stringerla per poi trattenerla davvero, allora non ti resta che lottare per salvarla, lottare per continuare ad amarla per sempre.» Ambrosia è un'allieva di Jeet Kune Do, antica arte marziale e filosofia di vita e insieme ai suoi compagni, I Nove, persevera sulla via dell'insegnamento e della disciplina. Ma quando il loro Maestro gli confida di aver perso la moglie per via di un essere sovrannaturale, per i ragazzi dell'Accademia tutto cambia. Quali nuovi pericoli si celano dietro questa rivelazione? Quanto c'è di vero nell'antica profezia divina e nell'eterno ritorno dell'identico? È follia visionaria o realtà? Sarà Ambrosia a doverlo scoprire, con il rischio di perdere la vita e anche il cuore.

Chi è Ambrosia, la protagonista del tuo libro?
Ambrosia è una ragazza che ama quello che fa: il suo sport. Ho incentrato moltissimo il libro sullo sport, proprio perché ho trovato fosse giusto parlare di qualcosa di davvero sano della vita. E lei pratica il Jeet Kune Do, antica arte marziale dell'ormai scomparso Bruce Lee; nella palestra dove vive e impara, ha legami strettissimi con i suoi compagni e si sente la "mammina" del gruppo, pur essendo la più giovane. Ha un rapporto molto speciale con il suo Maestro e non ne ha invece con i suoi genitori. Fondamentalmente Ambrosia è me, te e ciascuna di noi. Ho voluto rendere questo personaggio facilmente sfiorabile, molto naturale, umano al cento per cento. Con i suoi mille difetti, le paure e le varie parti di me che ho seminato nel suo carattere, devo dire che sono senza dubbio legatissima a lei.
Ambrosia è una persona molto forte che tende a sottovalutarsi, una persona che è sempre stata guidata dal suo Maestro e che nel momento in cui lui vacilla si ritrova dover prendere in mano le redini della sua vita... lasciandosi trascinare in un mare di guai.


Ci sono degli elementi che vi accomunano?
Come dico spesso, Ambrosia è il mio specchio; per la prima e unica volta ho voluto calare in un personaggio molti parti di me, sia psicologiche che d'interessi e anche fisiche. Avevo bisogno d'immedesimarmi e tirar fuori tutto, così è nata lei. Quindi ci accomuna praticamente ogni cosa, tranne la vita che ho scelto di farle vivere. Senza dubbio la passione per l'arte marziale e per Bruce Lee sono le cose che più ci legano, ancor più delle tanti parti di me che le ho nascosto dentro.


In questo libro si parla di Jeet Kune Do, come mai hai scelto proprio questa disciplina?
Come dicevo prima, è una mia passione sin da ragazzina. Adoro Bruce Lee, con i suoi film e libri ci sono cresciuta e avevo voglia di parlare di sport e della sua grande capacità formativa, così ho voluto far sposare fantastico e mondo sportivo, due temi che ho sempre avuto cari, infatti, da ragazzina dividevo le mie ore tra la lettura e la palestra. In un certo senso è stato ripercorrere varie parti di me e metterle su carta.



C'è però anche un elemento sovrannaturale...

Sì, l'elemento sovrannaturale del buon paranormal romance c'è, ed è anche a più sfaccettature. Qualcuno ha ucciso la moglie del Maestro di Ambrosia e quel qualcuno è un essere sovrannaturale. Così per lei e i suoi amici cominciano giornate difficili, giornate delle rivelazioni che li porteranno a scoprire e affrontare qualcosa di più grande di loro.


Oltre che scrittrice sei anche editor e consulente editoriale questo ha influenzato il tuo lavoro di scrittrice?

Credo moltissimo, una passione nata con la lettura, che poi diventa scrittura (nel mio piccolo) e infine un'occupazione credo sia un bel traguardo, o per lo meno lo è stato per me, che quando mi calo nelle cose lo faccio sempre a trecentosessanta gradi. Quindi direi che l'influenza è arrivata proprio dalla scrittura, vedendo quanto amavo questo mondo ho provato a farne parte anche lavorandoci... e ne sono felicissima.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Attualmente sto editando alcuni testi che ho nel cassetto e vorrei far vedere la luce a un romanzo a cui tengo molto e che ho scritto per i miei bambini, seppur si tratti di un fantasy per ragazzi di qualsiasi età. Mi sto dedicando molto a rendere leggibile quello che nel corso degli anni ho scritto e poi ho in mente qualcosa di nuovo, ben più impegnativo di quanto prodotto finora, che prima o poi mi metterò ad abbozzare... sicuramente però continuerò a scrivere, perché è la sola cosa che mi libera e mi fa sentire davvero bene.
Grazie mille per quest'intervista e per il tempo concesso, un caro abbraccio e a presto!

0 commenti:

Posta un commento

Verranno pubblicati solo i commenti firmati. I commenti anonimi verranno cestinati. Grazie per la collaborazione.