Maria Teresa Vivino "Circolo Dino Ariasetto"

Salve Scribacchini, ho il piacere di presentarvi Maria Teresa Vivino, l'abbiamo già conosciuta su queste pagine come scrittrice (qui ) ma oggi facciamo quattro chiacchiere con lei per parlare del Circolo Dino Ariasetto.





Ciao Maria Teresa, puoi raccontarci come mai hai di fondare un circolo culturale?
L’idea di fondare un circolo culturale a Bardonecchia è nata da due fattori: in primis perché si potesse creare un circuito fisso di autori che avessero il piacere di confrontarsi su tematiche culturali proprie e di autori affermati nel contesto del proprio paese, evitando il solito movimento paese-città e fare in modo che la città si spostasse in paese per condividere la bellezza dell’arte, in secondo luogo avendo conosciuto Giorgio Milanese, presidente del Club dei Cento, abbiamo pensato che non sarebbe stata affatto negativa la dislocazione del Club nel contesto italiano, proponendo quindi agli autori di far parte di un’associazione nazionale, ma potendosi riconoscere in un contesto più piccolo, quale il proprio ambiente. 


Perché intitolarlo a "Dino Ariasetto"? 
Dedicare l’associazione a un autore ancora in vita ci ha dato un monito per fare tutti ancora meglio il nostro lavoro e per impartire un concetto a tutti chiaro, bisogna ringraziare e gratificare le persone quando sono vive. Dedicare il circolo ad Ariasetto è stato un grosso atto di fiducia nei suoi confronti, i morti non possono più sbagliare, i vivi sì, ma noi siamo sicuri che Dino, quale iniziatore circa 11 anni fa di un circolo in fase embrionale di lettori e autori dell’Alta Valle, non ci deluderà! 


Quali sono le iniziative che organizzate? 
In genere noi puntiamo su due aspetti: il concorso letterario e gli incontri con l’autore o tematici. Nel primo caso molti associati del circolo, anche di Torino, partecipano attivamente come giurati, nel secondo caso autori della Valle o di Torino e cinta vengono invitati a presentare le proprie opere siano esse edite o inedite; in ultima battuta, tutti gli anni, organizziamo anche incontri tematici, come ad esempio su la bellezza, cantautori, parolieri e poeti differenze e affinità, e molti altri aspetti dell’arte. 

Avete indetto anche un concorso letterario vero? 
Questa è la seconda edizione, era un mio sogno portare poeti e scrittori di tutta Italia e Francia a partecipare ad un concorso organizzato sul suolo bardonecchiese che ha a disposizione il bellissimo e prestigioso Palazzo delle Feste, inoltre cerchiamo sempre di coinvolgere persone di tutte l’età, l’anno scorso abbiamo acquistato, con il ricavato delle quote un testo per tutti i bambini di quinta elementare e terza media di Bardonecchia. 

Quali sono gli obiettivi che vi proponete? 
Far emergere la bellezza che c’è nel mondo, riscoprire parole e concetti belli, cercare di condividere i sentimenti e imparare a esternarli per vivere tutti in maniera più serena! 


Hai incontrato delle difficoltà? 
Burocratiche in primis, per il patrocinio del concorso, logistiche per l’organizzazione di incontri e quant’altro, ma soprattutto di coscienza, naturalmente ci si domanda sempre se ciò che si fa sia abbastanza e soprattutto utile. Io, con tutti gli altri che mi appoggiano, ci provo, poi si vedrà! 


A chi vi rivolgete? 
Principalmente e semplicemente a tutti, grandi, anziani, bambini, a tutti coloro che amino scrivere o semplicemente ascoltare gli scritti altrui e commentarli tutti insieme. 

Quali sono i vostri progetti futuri? 
Principalmente cercare di coinvolgere maggiormente i giovani che, al giorno d’oggi, sono molto più presi da mezzi di massa che dal contatto diretto con le persone, il nostro sogno sarebbe avere la sala piena di ragazzi e ragazze in uno dei nostri incontri, fosse anche la premiazione del concorso letterario. Abbiamo bisogno di una grossa mano, e ringraziamo persone come voi che con le vostre interviste cercano di poter portare il più lontano possibile il nostro messaggio di speranza, bellezza e solidarietà. 

0 commenti:

Posta un commento

Verranno pubblicati solo i commenti firmati. I commenti anonimi verranno cestinati. Grazie per la collaborazione.