Consigli letterari per Halloween...

Salve Scribacchini, Halloween è alle porte, cosa leggere in questa spettrale notte? Vi segnalo alcuni titoli adatti, buone letture! 









Per prima cosa non posso non citare il meraviglioso saggio di Eraldo Baldini e Giuseppe Bellosi “Halloween. Nei giorni che i morti ritornano”. Credete che questa sia una festa importata dall'America? Assolutamente sbagliato! "La festa è quasi certamente preceltica, e interessa da tempi immemorabili molte genti europeee, con affinità di date, forme e contenuti. [...] Ciò che vogliamo sottolineare con questo libro: che la festa di Halloween, da un paio di anni in voga pure in Italia, anche se da noi giunta all'attuale successo in virtù di recenti suggestioni provenienti da lontano, ha nel nostro Paese un profondo ed evidente background storico-tradizionale, non solo nelle aree celtiche" 




Bradbury ha dedicato un libro, una sorta di lunga fiaba, ad Halloween con “L'albero di Halloween”: Nella serata che precede Ognissanti qualcosa di stupefacente è accaduto: un enorme albero è apparso, e dai suoi rami pendono centinaia di zucche. Zucche in cui sono intagliati sorrisi inquietanti che fissano otto ragazzini. È la notte di Halloween e ognuno di essi indossa una maschera ma... dov'è finito Pipkin? Scortati da Sudario, una guida davvero particolare, i ragazzini partono alla ricerca dell'amico. 




In questa spettrale serata come potrebbe mancare un giallo della mitica Agatha Christie? “Poirot e la strage degli innocenti” è ambientato proprio ad Halloween: La signora Ariadne Oliver, scrittrice di romanzi polizeschi., si reca insieme all’amica Judith Butler (di cui è ospite) a casa di Rowena Drake, per dare una mano nei preparativi di una festa per ragazzi, che si sarebbe svolta in onore della vigilia di quella d’Ognissanti. 
Fila tutto liscio, finché non muore qualcuno (com’ è giusto che sia in un giallo). Joyce Reynolds, tredicenne, viene trovata affogata a fine festa nella biblioteca. Tra lo sgomento dei presenti e della comunità di Woodleigh Common, conosciuta da sempre come un luogo tranquillo, Ariadne si rivolge al suo amico Hercule Poirot per risolvere il caso. Egli pertanto si ritrova ad esaminare incidenti e crimini passati, per giungere alla soluzione. 

Scontatissimi ma non possono non citarli Edgar Allan Poe e Lovecraft maestri dei racconti del terrore. 



Come raccolte di racconti cito però anche “Racconti crudeli” di Villiers de l'Isle Adam e Stevenson con “Il ladro di cadaveri” con una menzione particolare al racconto “Janet la storta” considerato da molti uno dei suoi capolavori. 






Vi piacciono i vampiri? Beh non vi consiglierò Dracula ma bensì il “Vampiro” di William Polidori del 1819 il primissimo racconto sui vampiri e “Carmilla” di Sheridan Le Fanu, che anticipa di ben ventisei anni la celebre storia di Stoker.





Sempre di Le Fanu assolutamente consigliato per le inquietanti atmosfere “La locanda del drago volante” 










Per quanto riguarda gli italiani Buzzati fra tutti e in particolare “La boutique del mistero” ma anche Eraldo Baldini con “Gotico Rurale” (il  racconto più inquietante è “Re di carnevale”)













Un bel giallo con una fantastica atomsfera inquietante è “Il club Dumas” di Arturo Pérez Reverte (da cui è stato tratto il film con Johnny Depp “La nona porta”) che per il tema trattato può andare bene per Halloween: Lucas Corso, bibliofilo mercenario, svolge indagini sui libri come si fa con i crimini. Un giorno riceve un incarico molto delicato: verificare l'autenticità di un capitolo manoscritto dei "Tre moschettieri". E deve anche decifrare l'enigma nascosto fra le pagine di un volume messo al rogo dall'Inquisizione. Le indagini lo porteranno dalle viuzze di Toledo alle vecchie librerie del Quartiere Latino di Parigi, tra pericolose dark lady e donne angeliche.


E perchè non citare le fiabe dei fratelli Grimm, molte più cupe rispetto alle versioni edulcorate della Disney. 





Ultima menzione questa volta non a un libro in particolare ma a una casa editrice, che ho avuto anche l'onore di intervistare  è una delle poche, se non l'unica, ad avere pensato ad Halloween in ambito editoriale, sto parlando della Chicili Agency: 



Ecco il comunicato che potete trovare qui.

A pochi giorni dalla festività più "spaventosa" dell'anno, vi ricordiamo i nostri ebook da brivido.

"Happy Halloween" a tutti voi e un saluto particolare dai nostri autori con queste riflessioni:
"Halloween è per molti la notte di "dolcetto o scherzetto?" ed è bene sia così. Pochi sanno ciò che accade in questa notte da cardiopalma, quando il nero, come un drappo funebre, si cala sinistro e avvolge senza scampo vittime ignare. E tu, sei abbastanza forte da scoprire i racconti del brivido?" (Irene Pecikar, autrice di Chills #3

"Halloween è il volto oscuro della normalità. Nello scherzo, ci si maschera della propria indole buia, esternandola in personaggi di finzione. Un modo per condividerla nella natura di un gioco, ma anche per esorcizzarla attraverso questa concessione di "libera uscita" tra dolcetti e scherzetti in puro stile consumistico." (Novelli Zarini, autori di Chills #2
"Halloween è quando si mette una mela e una candela fuori dalla porta... 
La candela serve per far luce ai defunti che tornano, la mela per far si che la mangino invecedi mangiare te..." (Claudio Foti, autore di Chills #4, Undead #2 eWindigo

"Halloween è un ricordo, una reminescenza di una festa ben più antica e radicata nei culti celto/pagani: Samhain, la festa delle messi, dell'ultimo raccolto. Giorno in cui il velo tra vivi e morti cadeva pemettendo l'incontro dei due mondi. Secondo le antiche credenze è ancora uso presso alcuni popoli lasciare una ciotola di latte o del cibo per i defunti che si approssimeranno alle nostre case. Come ogni anno, lascerò un posto vuoto a tavola, così che chi ho amato, passando, saprà di non esser stato dimenticato." (Pierluigi Curcio, autore di Chills #1, Undead #1 e #3


E infine alcuni consigli per i ragazzi...

Rimanendo in patria, vi consiglio le avventure degli Invisibili dello scrittore torinese Giovanni Del Ponte, in particolare “Gli invisibili e il paese del non ritorno” lettura consigliata anche agli adulti per le inquietanti atmosfere della Louisiana: A Sleepy Swamp, ricca cittadina della Louisiana, gli abitanti vivono nella paura. Nessuno osa avvicinarsi alle paludi dove sorge Noreturn, il villaggio dei lavoratori delle piantagioni di tabacco della famiglia Leloup, ma soprattutto dove si dice si aggiri il leggendario Tonton Macute, protagonista di un’inquietante filastrocca. Douglas, Crystal, Peter e Magica, ovvero la banda degli Invisibili, si troveranno coinvolti in una vicenda terrorizzante e dovranno cercare di sottrarre se stessi e il “reporter del mistero” Robert Kershaw all’atroce destino dei non-morti. 


Sempre dello stesso autore potete trovare qui  i racconti “Profonda gola” e per i più piccoli “La leggenda della masca Ciattalina” entrambi perfetti per Halloween.







Se infine all'ultimo momento non sapete cosa leggere potete trovare qui il racconto "Magie Maledette" direi adatto da leggere a lume di candela la notte di Halloween...


Non mi resta che augurarvi un felice Halloween.... di terrore!

0 commenti:

Posta un commento

Verranno pubblicati solo i commenti firmati. I commenti anonimi verranno cestinati. Grazie per la collaborazione.