Associazione Librolibero

Salve Scribacchini, oggi è con noi Gianluca Guadagnini dell'Associazione Librolibero, un ottimo modo per condividere i libri e perché no, offrire visibilità anche a noi scrittori esordienti...




Come nasce l'Associazione “Librolibero”?
L'associazione Librolibero vede i suoi albori nel settembre del 2010 dall'idea di 4 amici desiderosi di creare un progetto fuori dai soliti schemi.
Di fronte alla perdurante crisi finanziaria ed alle difficoltà economiche delle persone, ci siamo detti: perché non creare un qualcosa che possa aumentare la diffusione della cultura anche senza essere artisti?
Da qui siamo partiti, non senza difficoltà, e con i soli nostri mezzi a disposizione.
La nostra idea è quella di dare l'opportunità ad un numero di persone, lettori, utenti, amanti della lettura, della letteratura e dell'arte nelle sue varie sfaccettature, di venire a contatto con il più grande numero possibile di opere letterarie e non solo, attraverso la semplice CONDIVISIONE ASSOLUTAMENTE GRATUITA delle fonti e senza alcuno scopo di lucro da parte nostra.
Ed in effetti la nostra associazione culturale Librolibero, si impegnerà proprio in questa direzione, attraverso l’utilizzo, in primis, di una piattaforma informatica di supporto (il nostro sito internet www.Librolibero.eu) e successivamente, si spera, attraverso il coinvolgimento di Istituzioni scolastiche, amministrazioni pubbliche, contenitori culturali di vario genere, per promuovere ed organizzare mostre, incontri tra autori e lettori, tavole rotonde, convegni, tutti incentrati alla creazione ed alla crescita di un sempre più nutrito gruppo di AMANTI DELLA CONDIVISIONE che sposino a pieno la nostra idea.



Come mai in questi tempi di crisi, in cui la cultura è ormai bistrattata avete deciso di puntare sui libri? 

Sicuramente il primo motivo è proprio quello legato alla crisi: molte volte le crisi economiche hanno portato a periodi estremamente duri, non solo dal punto di vista prettamente economico e finanziario ma anche e soprattutto con ripercussioni sociali. Penso alle guerre o alle rivoluzioni. Il tutto avveniva manipolando le masse, ignoranti e lontane dalla “Cultura” con la C maiuscola e quindi facilmente influenzabili dal solito manipolo di potenti. Lungi da noi dall’avere queste idee di onnipotenza ma, insomma, un giorno ci piacerebbe pensare che anche grazie alla diffusione gratuita dei libri si possano educare le masse in modo libero per poter avere sempre una propria idea da esporre. E per avere idee innovative, moderne, libere, occorre avere una cultura di base che solo la pluralità delle fonti e delle informazioni possono dare.
3)Come nasce l'idea di scambio dei libri?
L’idea nasce proprio dalla crisi. Sarebbe stato facile creare una sorta di libreria on line, come tante altre presenti sul web e mettersi a vendere libri. No, noi cercavamo una idea innovativa ed allo stesso tempo con un fine sociale, legata a doppio filo con lo Statuto della nostra associazione culturale. E credeteci, ci siamo scervellati prima tra di noi e poi con chi ci ha supportato e sopportato tecnicamente per poter rendere semplice e chiaro per tutti il meccanismo su cui poggiare tutto il sistema di scambio.

Come funziona?
L'associazione Librolibero permette la compravendita e lo scambio di libri attraverso un sistema di crediti ben determinato e diversificato per le due categorie di soci. Il sistema dei crediti presenta una regola generale valida per tutti. Più libri metterai a disposizione della comunità, più crediti accumulerai per poter chiedere in scambio i libri che nel frattempo avranno arricchito la nostra biblioteca virtuale e sociale. Per quanto riguarda le tipologie di soci, ne abbiamo previste due: socio Basic e socio Gold. La prima differenza sta nell’opportunità per i Gold di poter vendere i propri libri. La seconda è data dal fatto che il socio Gold per essere tale e quindi godere del vantaggio di vendere i propri libri deve versare una quota annuale di € 5,00 (della durata di 1 annno). Il Basic, quindi, per entrare a far parte della nostra comunità deve solo registrarsi, senza alcun costo. Ovviamente per capire come funziona tutto il sistema Vi invitiamo a fare un giro sul sito (in particolare nella sezione regolamento), che lo ricordiamo ancora è www.librolibero.eu



Quali vantaggi ha uno scrittore esordiente nel condividere attraverso la vostra Associazione il suo libro?
Partiamo dal presupposto che uno scrittore esordiente, per quanto esordiente possa essere, ha anche una base da cui partire. Una Casa Editrice che gli ha pubblicato il libro, una rete di distribuzione, una rete di contatti, agganci pubblicitari, lettori legati alla casa editrice, alla propria cerchia di amici e conoscenti. Detto questo, tramite la nostra Associazione e con la vetrina che gli offriamo, gratis, può sicuramente raggiungere un pubblico diverso, farsi conoscere in altri ambiti, grazie anche alle nostre interviste ed alle recensioni che periodicamente pubblichiamo sul nostro blog (http//blog.librolibero.eu) e magari essere notato da scopritori di talenti di grandi major…….



Voi offrite anche la possibilità di scaricare ebook gratuiti...
Il discorso degli ebook è un po’ particolare. Innanzitutto pubblichiamo solo versioni gratuite per le quali non ci sono problemi relativi al copyright. Inoltre, pubblichiamo le copie di opere composte da amici e conoscenti, stampate in modo totalmente gratuito e per il solo piacere della scrittura ed infine, stiamo valutando la possibilità, sempre per ricollegarci al discorso di prima, di mettere on line le opere di scrittori che non trovano “spazio” per la pubblicazione delle proprie opere in formato cartaceo e che, possedendo delle copie con licenza “creative commons”, vogliano mettersi in gioco, in mostra e, lo ripeto ancora, senza che da parte dell’associazione ci sia alcuna richiesta di compenso o pagamento di un qualsiasi corrispettivo.



Oltre la condivisione si possono anche mettere in vendita i libri, vero?
Certo, come detto in precedenza, questa possibilità è concessa ai soci Gold, che dietro il pagamento della quota associativa di 5 euro all’anno, acquisiscono tale privilegio. Per questo tipi di soci siamo partiti dall’idea che le librerie, con i magazzini pieni di libri ormai fuori dal mercato di vendita principale, potessero utilizzare la nostra piattaforma per creare un mercato parallelo con prezzi ridottissimi (anche inferiore ai prezzi applicati dai remainders). E’ un progetto che svilupperemo col tempo.



Qual è l'obiettivo che vi ponete?
L’obiettivo principe è quello di creare una comunità di migliaia di persone che liberamente e a costi ridottissimi si scambino una quantità di libri importante, diremmo nell’ordine delle migliaia di libri. A breve lo scopo è quello di farci conoscere da più persone possibili per diffondere il nostro progetto. A tale scopo ne approfittiamo per ricordare che siamo su Facebook sia come pagina ufficiale (Associazione culturale Librolibero) che come gruppo ed abbiamo una doppia utenza anche su Twitter (@librolibero e @libroliberoblog).



Avete dei progetti futuri? 

Condividere!!!!!!!!!!

0 commenti:

Posta un commento

Verranno pubblicati solo i commenti firmati. I commenti anonimi verranno cestinati. Grazie per la collaborazione.