Stella Ada Rossetti "Il quaderno dei ricordi"

Salve Scribacchini, oggi vi presento una giovane scrittrice esordiente, Stella Ada Rossetti con il suo romanzo "Il quaderno dei ricordi".

Il quaderno dei ricordi
Aletti editore
180 pag 14 euro


TRAMA:
Angela, una ragazza di quindici anni, si ritrova ad affrontare da sola tantissime insidie che la vita le pone davanti. Ama scrivere e lo fa di continuo sul suo quaderno, che l'accompagna sin da piccola in ogni sua avventura. È coraggiosa e niente riesce ad abbatterla, fino alla morte della sua migliore amica, causata da una malattia che non ha cura. Conoscerà allora ogni sfumatura dell'amore a sue spese. Durante la sua lunga e disperata ricerca di se stessa incontrerà tante buone persone che le lasceranno degli insegnamenti di vita. Deciderà di trasferirsi a Roma, dove dopo poco scoprirà qualcosa di molto importante.

Ciao Stella Ada, parlaci un po' di te, com'è nata la tua passione per la scrittura?

Ciao, innanzitutto io voglio ringraziarti per l'opportunità che mi hai gentilmente concesso. Sono una ragazza solare ma anche taciturna alle volte, scrivo unicamente per passione e voglio ribadire che ho cominciato così per caso. Ho studiato Grafica Pubblicitaria diplomandomi nel 2010 e da poco ho fondato online una rivista gratuita. 

Hai iniziato a scrivere “Il quaderno dei ricordi” a sedici anni, oggi è diventato un libro, cosa provi?

Una forte emozione e non perché esso è un libro che tratta forse uno degli argomenti che qui in Italia tutti snobbano ma perché è bellissimo sapere che qualcuno possa leggere, commentare e trarne degli insegnamenti attraverso il mio scritto. Ho preso parte ad un convegno a San Prisco per sensibilizzare la malattia e adesso ho preso contatti con un'associazione che lotta questa malattia. Recensiranno il mio libro e con loro spero di prendere parte ai loro progetti perché desidero che parte del ricavato vada alla ricerca ma soprattutto a campagne per diffondere l'informazione. Questo deve essere alla base di tutto per combattere il virus. 
Molti, affermano che l'HIV è una malattia che in Italia sta scomparendo ma questo vi assicuro che non è vero. Solo qui, dove vivo io ci sono più di 900 casi di questa malattia..

Come mai hai deciso di trattare un tema così delicato come quello dell' AIDS?

Il motivo è semplice, è una malattia che ha bisogno di essere raccontata. 
n questo libro che ho deciso di intitolare Il quaderno dei ricordi. Affronto diverse tematiche, in primo piano evince proprio la malattia HIV, non medicalmente parlando ma ben si sotto un aspetto psicologico. Il tutto ambientato nella fascia di età adolescenziale, perché? Secondo alcune recenti statistiche, la fascia di età per la contrazione di questo virus si è abbassata notevolmente. In questo libro troviamo quanto sia difficile da parte di un giovane confidarsi con i propri genitori o, viceversa. Perché si sa, che per un adolescente il gruppo di appartenenza passa in secondo piano cedendo il suo posto alla cerchia di amici. Infatti, al giovane risulta sicuramente più facile confidarsi con un proprio coetaneo piuttosto che con un proprio familiare.  troviamo anche l'odio, il rifiuto e se non addirittura l'egoismo dal punto di vista di un adolescente. Non poteva poi di certo mancare la sfera romantica, quindi le prime cotte, i primi baci e le prime e difficili esperienze sessuali traumatiche che un adolescente vorrebbe dimenticare ma che al contrario, invece dovrebbe conservare con molta cura proprio per il semplice fatto che fanno crescere.
 La protagonista di questo romanzo si chiama Angela, ha quindici anni e il suo unico difetto è quello di vivere di sole e stupide illusioni. Vede il mondo tutto a colori, senza neanche una piccola sfumatura di nero. Tutto questo però un brutto giorno cambia, proprio durante una serata tra amiche, Maria la sua unica amica le confida il suo terribile segreto, e cioè quello di aver contratto l'HIV tramite un rapporto non protetto avvenuto tempo addietro con un ragazzo da poco conosciuto. Questa confidenza, scatena in Angela un sentimento di odio, di rifiuto ed è in questo preciso istante che entra in gioco l'egoismo da parte sua. Perché invece di prendere in mano le redini di questa situazione decide di ignorare quasi completamente l'unica persona di cui fino a quel momento si era interessata e scappa. Questo, evince quindi quanto noi individui, adulti e giovani non riusciamo a oltrepassare le difficoltà, ma piuttosto decidiamo immediatamente di fare un passo indietro o, addirittura scansiamo il problema riportandocelo dietro poi negli anni sempre, comunque e ovunque. Solo dopo la morte dell'antagonista Angela comincia a reagire. Questo ci fa capire infatti quanto un aspetto traumatico possa aiutare un ragazzo, ma anche ad un adulto a crescere e quindi a migliorarsi.
Perché l'ho intitolato Il quaderno dei ricordi, piuttosto che il diario dei ricordi. Questa è di sicuro una domanda che vi starete ponendo nella vostra testa adesso. In questo libro non vi troverete delle date, non è scritto sotto forma di diario e quindi non sono delle memorie. Il titolo nasce dal fatto che Angela scrive sempre nel suo quaderno le proprie impressioni, le sue paure riguardanti il mondo che le circonda. Inconsciamente ho personificato il quaderno. Aspetto particolare questo, perché solitamente la personificazione la ritroviamo all'interno di una collana di poesie e raramente in un romanzo.
 E' un libro adatto sia a grandi che a piccini e fa riflettere molto.

Com'è nato il titolo?

Angela, la protagonista del romanzo scrive i suoi pensieri in un quaderno. Da qui, "Il quaderno dei ricordi" ..

Hai fondato una rivista online “Stella Magazine”...

Stella Magazine è una rivista online gratuita che potrà essere scaricata una volta al mese da questo portale ( Blogger ) o da altri Social Network come Facebook e Twitter. 
 Un magazine giovane che promette serietà e disponibilità per tutti coloro che lo richiedono, tutto questo ad un prezzo unico: gratis! Per promuovere al meglio le vostre attività diffondente l'articolo in cui si parla di voi, taggate i vostri amici, non dimenticate di consigliarlo agli amici!. La rivista si occupa di diverse cose al momento: cronaca di ogni genere - recensione ( narrativa e poetica ) - giochi e test - concorsi artistici vari e tantissime altre cose che potrete vedere non appena sfoglierete il primo numero della rivista che speriamo di pubblicare a breve. La E - Mail di riferimento è : ilquadernodeiricordi@live.itVuoi promuovere un evento, una presentazione, il tuo libro in modo completamente gratuito? Ora puoi, fallo con Stella Magazine! Contattaci: redazionestellamagazine@homail.com
Adesso, la rivista sta portando avanti due progetti: La creazione di un e-book "Raccolta di racconti" e di un e-book "Raccolta di Poesie" per info in riguardo visitate il sito ufficiale: http://magazinestellaadarossetti.blogspot.it/



0 commenti:

Posta un commento

Verranno pubblicati solo i commenti firmati. I commenti anonimi verranno cestinati. Grazie per la collaborazione.