Olimpia Greco "Un frammento di vita"

Salve Scribacchini, oggi abbiamo con noi la scrittrice e poetessa Olimpia Greco, autrice di “Un frammento di vita” pubblicato con Carta e Penna editore.

Un frammento di vita
Carta e penna editore
6 euro


TRAMA:
A volte può capitare che un alito di vento ti cambi la vita come neanche tu puoi immaginare.
Iniziò tutto anni fa, esattamente nel 2001. Sì, proprio nel 2001, l'anno in cui terminò il '900 e nel quale ci si accingeva ad abbandonare la tanto amata lira per l'euro.
In crisi col mondo ma soprattutto con me stessa, stavo appunto attraversando un periodo non molto brillante. La lontananza da Torino, durata due anni trascorsi a Londra e l'allontanamento da alcuni amici, avevano creato in me un vuoto interiore incolmabile procurandomi non poco smarrimento e tanto malumore. Reagivo uscendo per negozi o andando a fare jogging al parco delle Vallere. E fu proprio alle Vallere che avvenne il fatidico alito di vento.
"Ciao, come stai, da quanto tempo non ci vediamo? Cosa fai adesso? Ti sei sposata?" Tutte domande che furono fatte e che ebbero le relative risposte ma si sa: da cosa nasce cosa. Ci si incontra per un caffè, poi si combina per un sabato sera con l'aggiunta di amici vecchi e nuovi ed ecco che si crea una compagnia


Ciao Olimpia, parlaci di te, quando hai iniziato a scrivere e perché?

Da sempre. Ricordo con un velo di malinconia le volte in cui il mio maestro delle elementari leggeva ad alta voce i miei temi. Ricordo, inoltre, di aver avuto sempre timore che questo lato del mio carattere fosse fonte di invidia o cattiveria da parte di qualcuno e che potesse farmi del male. Sono sensazioni che si provano da bambini, condizionando non poco la mia esistenza.


Tu scrivi sia in poesia che in prosa, cosa rappresentano per te queste due forme d’arte e qual è secondo te più difficile da scrivere?
La poesia per me è immediata. Penna alla mano, scrivo tutto ciò che mi colpisce a livello emotivo, che mi provoca emozioni belle o meno. E' veramente naturale. Difficilmente correggo una poesia. Seguo la mano, dopo la leggo e mi meraviglio.
La narrativa invece è più elaborata, studiata. Mi piace essere perfetta e voler trasmettere precisamente ciò che ho visto con l'immaginazione e non solo, ed è per questo motivo che la trovo più difficile.


Con Carta e penna hai pubblicato “ Un frammento di vita” come è nato?
Avevo un racconto nel cassetto. Avevo una infinità di poesie. 1 anno prima, al Salone del Libro, la Direttrice Sig.ra Garitta mi diede un volantino: presi la palla al balzo, mi presentai con questi lavori e ne nacque "Un Frammento di Vita" (poca cosa, lo so, ma per iniziare...)


Lo hai presentato anche al Salone del libro, raccontaci questa bella esperienza…
Esperienza fenomenale, indescrivibile. La presentazione davanti a un pubblico vario, con giornalisti attenti per eventuale recensione: fantastico.


Hai appena finito di scrivere un nuovo romanzo “La casa del ciliegio” parlacene…

E' un romanzo tratto da esperienze vissute inserite in un contesto dove la fantasia si mescola con la vera realtà vissuta. L'80% è la mia vita proposta in chiave molto molto romanzata. Il mio scopo non è solo offrire un'ora di svago ma far cogliere, alla fine della storia, una morale che di questi tempi non fa male. Spero di esserci riuscita.



Ringraziamo Olimpia Greco che, ai lettori di Scribacchini per passione, regala la sua bella poesia “Sopravvivenza”


Sopravvivenza


Sopravvivo al mio tempo forzato

ancorata ad un amore riposto in un cassetto.

Là trovo parole scritte su fogli di bianca purezza

ove tutto trapela

tra leggiadre righe,

tra sensazioni velate

in rime baciate.

Su quei fogli di bianca purezza sono nate

ed eternamente ancorate, lì resteranno,

perché solo la poesia, è dell’anima, parola pura e sincera.


Olimpia

0 commenti:

Posta un commento

Verranno pubblicati solo i commenti firmati. I commenti anonimi verranno cestinati. Grazie per la collaborazione.